Roma: la Raggi manda via il fratello di Marra dalla direzione turismo

Comune di Roma, Virginia Raggi toglie l’incarico al fratello di Raffaele Marra. Nel frattempo è stata respinta la richiesta di scarcerazione per l’ex portavoce della sindaca di Roma.

Configurabile il conflitto di interessi”, così l’Anac all’indomani dell’arresto di Raffaele Marra si era espresso in merito al ruolo ricoperto da suo fratello Renato, direttore del dipartimento turismo.

Oggi però è arrivata la decisione della sindaca Raggi di annullare in autotutela l’affidamento dell’incarico ricoperto da Renato Marra.

Nel frattempo, la Procura sta indagando su alcune nomine fatte dall’amministrazione Raggi, tra cui figura appunto quella di Raffaele Marra. Nell’inchiesta è confluito il parere su Renato Marra e non è escluso che tutto ciò possa far aprire un’indagine per abuso d’ufficio da parte di Virginia Raggi, che presto verrà sentita dai magistrati.

Ieri quindi è stata una giornata nera per i fratelli Marra. Infatti, mentre Renato ha dovuto dire addio al suo incarico, per suo fratello Raffaele è arrivata la decisione del Tribunale del Riesame che ha respinto la richiesta di scarcerazione. Raffaele Marra, quindi, dovrà restare in carcere.