Bonus Bebè 2018, a quanto ammonta e a chi spetta: le differenze con il Bonus Asilo Nido

Il Bonus Bebè è un assegno mensile di 80 euro alle famiglie con Isee inferiore ai 25mila euro. Ecco le differenze con il Bonus Asilo Nido e le coperture finanziarie per il prossimo anno.

Bonus Bebè 2018. Si tratta di un argomento di cui si sta parlando tantissimo in questi giorni. Il Bonus Bebè, innanzitutto, è quell’assegno di 80 euro riservato alle famiglie che hanno un Isee inferiore ai 25mila euro. Viene versato con cadenza mensile dall’Inps e ha una validità di tre anni, ovvero fino al terzo anno di vita del bambino.

Bonus bebè 2018
Neonati per il Bonus Bebè 2018

Il Bonus Bebè 2017 è destinato alle famiglie con un figlio nato, adottato o in affido preadottivo fra il primo gennaio 2015 e il 31 dicembre di quest’anno. Alle famiglie con reddito inferiore ai 25mila euro annui spettano 80 euro al mese (960 euro l’anno), a quelle che hanno reddito Isee inferiore ai 7mila euro, invece, 160 euro al mese (1920 euro annui).

Le coperture finanziarie per il Bonus Bebè 2018

Il Bonus Bebè è una delle tante iniziative comprese nell’ambito della Legge di Bilancio. Per il 2017 sono stati stanziati 600 milioni di euro per le famiglie italiane. Per il 2018, invece, si prevede una copertura di 700 milioni, soldi che finanzieranno anche il Bonus Bebè 2018.

Le differenze fra il Bonus Bebè e il Bonus Nido 2017

Nella giornata di oggi, lunedì 17 luglio 2017, sono iniziate le richieste per il Bonus Nido 2017, da non confondere con il sopracitato Bonus Bebè. Il Bonus Nido, infatti, prevede un totale di 1000 euro l’anno ai bambini nati dal primo gennaio 2016. In questo caso non c’è alcun limite di reddito, ma i 1000 euro possono essere ridotti nel caso le famiglie non si avvalgano del nido per il proprio figlio. Per riceverlo, comunque, bisogna provare il pagamento della retta: si riceveranno poi undici mensilità da 91 euro.

Il Bonus Bebè, altresì detto “assegno di natalità”, è riservato invece ai nuclei familiari con un Isee non superiore ai 25mila euro. Vediamo come può essere richiesto il Bonus Bebè per il prossimo anno.

Come fare domanda per il Bonus Bebè 2018: i requisiti

Tutti coloro che hanno intenzione di fare un figlio nel 2018 possono già organizzarsi per la richiesta del Bonus Bebè 2018.

La domanda può essere presentata entro 90 giorni dalla nascita o dalla data d’ingresso del bimbo nel nucleo familiare. Per poter richiedere l’assegno bisogna prima presentare una Dichiarazione Sostitutiva Unica: nel nucleo familiare deve essere presente il figlio per il quale si richiede l’assegno. La domanda deve essere presentata online sul sito dell’Inps una sola volta per ogni figlio. Ecco i requisiti:

  • Il genitore che fa domanda deve avere cittadinanza italiana, di uno Stato dell’Unione Europea o un regolare permesso di soggiorno;
  • avere la residenza in Italia;
  • convivere con il figlio (devono cioè abitare nello stesso comune);
  • avere un Isee non superiore ai 25mila euro annui al momento della richiesta e per tutta la durata del beneficio. In caso di nascita di gemelli, è comunque obbligatorio presentare la domanda per ciascun minore.