Bersani contro Renzi: la scissione è già avvenuta, ora serve buonsenso

Partito Democratico, è scontro tra Bersani e Renzi: scissione vicina se non si troverà un accordo a breve.


Nervi tesi in casa del Partito Democratico: Pier Luigi Bersani ha parlato all’indomani della Direzione del PD attaccando nuovamente Renzi. Per Bersani, infatti, l’ex premier deve essere consapevole del fatto che la scissione tra la maggioranza e la minoranza dem è già avvenuta e adesso serve il buonsenso da entrambe le parti per evitare che diventi irrecuperabile. “Altrimenti andiamo contro un muro”, ha dichiarato Bersani che poi ne ha approfittato per fare l’elenco di cosa non ha funzionato nel Governo Renzi:

“Prima di andare a votare dobbiamo fare una manutenzione all’azione di Governo. Se non modifichiamo i voucher ci pensa la destra, mentre sulla scuola dobbiamo riconoscere che abbiamo sbagliato. E anche sulla finanza pubblica bisogna far qualcosa”.

Per questo motivo Bersani ha respinto l’ipotesi del voto anticipato, ribadendo che serve una motivazione valida per far cadere il Governo Gentiloni. Bersani comunque non ha escluso la presenza della minoranza dem al congresso del Partito Democratico di domenica, dal momento che “ancora non si è deciso niente”. Insomma, nel Partito Democratico il clima dopo la Direzione è ancora più caldo; vedremo se la situazione si risolverà nelle prossime ore oppure se si andrà inevitabilmente verso una scissione.