Punti patente 2017: quando vengono sottratti e come controllare il saldo?

Punti della patente: ecco tutte le informazioni per fare il recupero e non rischiare di restare senza. Quanti sono in totale? E quando vengono sottratti? Di seguito trovate tutte le informazioni che cercate. 

Punti patente 2016: ecco tutte le informazioni per controllarli e recuperarli se vi sono stati tolti in seguito ad una sanzione.

I punti della patente sono l’incubo della maggior parte degli automobilisti. Infatti, da quando è stata introdotta la patente a punti, gli automobilisti devono stare molto attenti a non commettere infrazioni del Codice della Strada, altrimenti rischiano di non poter guidare per un bel po’. Infatti, per alcune violazioni è prevista non solo una multa salata, ma anche una detrazione dei punti della patente.

Se in passato vi hanno tolto i punti della patente e non sapete quanti ve ne restano vi consigliamo di controllare il prima possibile. Infatti, rischiate che la prossima volta che commetterete una violazione del Codice della Strada vi tolgano altri punti dalla patente facendovi restare a “secco”. E in questo caso è prevista la sospensione della patente.

Se scoprite che avete pochi punti sulla patente, allora vi interesserà sapere come recuperarli. Qui trovate tutte queste informazioni utili per il monitoraggio dei punti patente.

Come controllare i punti patente?

Il Ministero dell’Infrastrutture e dei Trasporti ha creato un servizio dove i cittadini potranno controllare il saldo dei punti della patente, ma non solo. Ad esempio, i neopatentati inserendo la targa di un auto possono scoprire se rientra nei limiti consentiti dalla legge oppure no. Questo servizio di chiama “Portale dell’automobilista”, ed è completamente gratuito. Basterà registrarsi quindi per accedere ai vari servizi, e verificare i punti della patente. Inoltre, il “Portale dell’automobilista” ha un’applicazione ufficiale, disponibile per dispositivi Android, Apple e Windows. Controllare lo status della propria patente sarà semplicissimo.

Se non avete una connessione a Internet, potete fare il saldo dei punti patente chiamando al numero 848/782782. Qui dovrete indicare la vostra data di nascita componendola sul tastierino numerico, e il numero della patente senza lettere dando la conferma con il tasto cancelletto. Se non avrete commesso errori, riceverete la comunicazione relativa ai punti presenti sulla vostra patente.

Punti patente: quando vengono tolti?

Quali sono le penalità previste dalla legge? Quando si perdono punti dalla patente? Per tutte le informazioni potete consultare la tabella delle penalità pubblicata sul sito della Polizia di Stato dove vengono elencati tutti i casi in cui è possibile perdere punti. Nel dettaglio, il massimo dei punti sottratti in seguito a una violazione è 10, mentre il minimo è 1. Tutto però dipende dalla gravità della violazione del Codice della Strada.

Tuttavia, ci sono dei casi in cui sono possibili delle sottrazioni extra. Ad esempio, quando un automobilista commette più di un’infrazione, purché queste non prevedano sanzioni accessorie come la sospensione e la revoca della patente, la sottrazione può essere di un massimo di 15 punti. Se invece entro 12 mesi dalla detrazione di almeno 5 punti dalla patente si commettono altre violazioni da almeno 5 punti, è prevista la revisione della patente.

Attenzione però a non confonderla con la sospensione prevista in caso di perdita totale dei punti della patente. La revisione infatti va fatta entro 30 giorni dalla data della comunicazione e in questo periodo il conducente può circolare normalmente.

Come vengono sottratti i punti patente?

Le autorità competenti toglieranno i punti dalla patente non appena riceveranno comunicazione di eventuali violazioni indicate nel verbale. Tuttavia non è detto che il conducente della vettura che ha commesso l’infrazione venga identificato; cosa succede in questi casi? Come previsto dalla normativa, il proprietario del veicolo sanzionato ha tempo sessanta giorni (dalla data di notifica del verbale di contestazione) per comunicare all’organo di polizia i dati personali e della patente del conducente a cui devono essere sottratti i punti. In caso questo non avvenga è prevista una multa dai 286€ ai 1.142€.

Come recuperare i punti della patente?

In totale i punti della patente sono 20, ma ogni due anni è previsto un incremento di 2 punti (fino ad un massimo di 30 punti). Il nostro consiglio è quello di restare sempre su una soglia superiore ai 15 punti, così da non rischiare che in caso di più violazioni consecutive vi venga sospesa la patente.

Per questo motivo, se vi hanno tolto dei punti della patente a seguito di un’infrazione, vi consigliamo di recuperarli il prima possibile. Se la perdita è superiore a 5 punti dovrete frequentare un corso in una scuola guida e sostenere sia un esame teorico che pratico. Con questa tipologia di corsi, della durata di 12 ore per le patenti A e B, si possono recuperare 6 punti patente.

Se la perdita è inferiore a 5 punti, invece, non è necessario nessun corso di recupero. Infatti dopo due anni di buona condotta l’automobilista con 20 punti a cui ne vengono sottratti 5 li recupera tutti. Chi parte da 30, invece, dopo due anni senza infrazioni salirà a 27.

Infine, vi ricordiamo che se vi verranno sottratti tutti i punti dovrete sostenere tutto l’esame della patente, sia la teoria che la pratica. Questo perché la perdita di tutti i punti causa la revoca automatica della patente.