Concorso Polizia 2017, primo giorno di prove: orari, chiarimenti e pareri dei candidati

Concorso allievi agenti della Polizia di Stato: oggi le prime prove, più di 16mila candidati hanno partecipato alle selezioni. Ecco i loro chiarimenti su cosa aspettarsi.

Concorso Polizia per allievi agenti: oggi – lunedì 7 agosto 2017 – sono iniziate le prove scritte e grazie alle dichiarazioni dei primi candidati possiamo dirvi com’è andata. Naturalmente nessuna sorpresa sul fronte delle domande, perché vi ricordiamo che i quesiti verranno scelti da un database già pubblicato sul sito della Polizia di Stato.  

Nel dettaglio, i quesiti (che sono messi in posizione mista) sono così suddivisi:

  • 10 lingua italiana;
  • 10 letteratura italiana;
  • 10 storia;
  • 6 geografia;
  • 4 scienza;
  • 10 cittadinanza e Costituzione;
  • 5 aritmetica;
  • 5 geometria;
  • 10 lingua straniera;
  • 5 informatica;
  • 5 tecnologia.

Le domande del concorso Polizia quindi sono già note da giorni, mentre la giornata di oggi è stata utile più che altro per fare chiarezza sugli orari. Infatti, specialmente i candidati che non hanno mai sostenuto un concorso pubblico sono rimasti sorpresi dal tempo necessario per l’organizzazione delle prove.

Anche se l’appuntamento era per le 08:00 di questa mattina e il tempo a disposizione per rispondere alle 80 domande è di 60 minuti, i candidati sono usciti alle 13:25. Questo perché – come accade per molti concorsi pubblici – per l’organizzazione sono state necessarie quasi 4 ore, tempo in cui – a detta dei candidati – si è stati costretti al caldo delle aule. Da quanto emerso in queste ore, i candidati sono stati suddivisi in 3 capannoni.

Per il secondo turno le tempistiche dovrebbero essere più brevi, ma comunque i candidati dovrebbero uscire intorno alle 19:30-20:00.

I candidati poi hanno messo in allerta i loro “colleghi” in merito alla severità della commissione d’esame. Questa, oltre ad essere molto rigida nel rispetto dell’orario ha dimostrato di essere poco disposta a chiudere un occhio in caso di violazione del regolamento: ad esempio, come riportato sul gruppo Facebook del Concorso per allievi agenti della Polizia di Stato, un candidato è stato espulso dall’aula per aver aperto il plico prima del via libera della commissione.

Ma la commissione si è mostrata meno severa dal punto di vista dell’abbigliamento; infatti, per gli uomini i pantaloncini corti sono ammessi, nonostante sui social si dica diversamente. D’altronde in questi giorni di clima torrido vietare i calzoncini corti sarebbe stata una decisione immotivata.

Per quanto riguarda il materiale a disposizione per le prove, la penna viene assegnata dalla commissione, mentre alla fine del questionario ci sono delle pagine bianche che possono essere utilizzate per effettuare i calcoli delle domande di geometria (5) e aritmetica (5). I candidati quindi dovranno portare solamente la Carta d’Identità e la domanda di partecipazione firmata; vietato assolutamente l’uso della calcolatrice.

Con quale punteggio si ha possibilità di accedere alle visite mediche? Come indicato dal bando di concorso, per accedere bisogna prendere un punteggio di almeno 6/10. Per avere possibilità di essere chiamati e di vincere il concorso, però, dovete cercare di sbagliare il minor numero di domande; anzi, in base al trend degli ultimi anni c’è il rischio di restare fuori già con più di due errori. Ecco perché vi consigliamo di dedicare questi ultimi giorni alla preparazione così da ridurre al minimo le percentuali di errore.