Concorso Polizia 2017, pronto il ricorso: soglia di sbarramento troppo alta e alcuni candidati favoriti

Nuove gravi anomalie nella prova scritta del concorso Polizia 2017. Tantissime le irregolarità che emergono dalle segnalazioni dei candidati.

Il concorso Polizia 2017 continua a far discutere. Mancano pochi giorni, ormai, al termine della prova scritta, ma sono ancora tantissime le irregolarità che ci sono pervenute grazie alle segnalazioni dei candidati.

concorso polizia 2017
Il Concorso Polizia 2017

La prima riguarda la soglia di sbarramento, come segnalato da Salvis Juribus Law Firm. Con molta probabilità, infatti, la soglia di sbarramento per l’ammissione alle prove fisiche del concorso Polizia 2017 consentirà l’accesso ai candidati che hanno ottenuto un punteggio compreso fra il 9 e il 10.

Le irregolarità della prova scritta del concorso Polizia 2017

Molti aspiranti poliziotti, fra l’altro, hanno fatto emergere poi il problema del lasso di tempo che intercorre fra la prima data di svolgimento della prova scritta (il 7 agosto 2017) e l’ultima (il prossimo 4 settembre). Si tratta, infatti, di una grave disparità di trattamento, per i candidati, dato che comunque questo divario temporale ha sicuramente avvantaggiato coloro che hanno svolto la prova nei giorni successivi al primo. Questi, infatti, hanno avuto la possibilità di memorizzare ed esercitarsi di più sui vari quesiti inseriti nella banca dati.

In più, il problema riguarda anche coloro che hanno scelto come lingua straniera il francese rispetto all’inglese. Chi ha selezionato la lingua francese, infatti, inizierà la prova scritta solo a settembre, mentre chi ha scelto l’inglese ha già avuto modo di partecipare alla prova. Il perché resta ancora un mistero. Del fatto che i candidati che hanno scelto francese abbiano avuto meno domande sulle quali esercitarsi rispetto a chi ha scelto la lingua inglese, ne avevamo parlato qui.

Pronta un’azione legale per chi ha preso sei decimi alla prova scritta

Un altro dato sconcertante che riguarda la prova scritta del concorso Polizia 2017 è il fatto che ai candidati non è stata data alcuna possibilità di rivedere le risposte date ai 60 quesiti. Non si è infatti tenuto conto che molti candidati hanno fatto comunque tante ore di viaggio per arrivare a Roma e le loro condizioni psico-fisiche non erano certamente al pari di quelle degli altri.

Se avete ulteriori segnalazioni da mettere sotto la lente d’ingrandimento, vi consigliamo di scriverci per email o sulla nostra pagina Facebook, in modo che possiamo aiutarvi a fare chiarezza su alcune questioni.

Salvis Juribus Law Firm, fra l’altro, starebbe preparando un’azione legale che possa consentire l’ammissione alla prova fisica a tutti quei candidati che hanno ottenuto un punteggio pari o superiore ai sei decimi. Perché devono essere esclusi in modo illegittimo? Non sarebbe giusto. Il sito, infine, offre anche moduli di adesione scaricabili direttamente da qui grazie ai quali potranno partecipare attivamente al ricorso. Le adesioni per questa iniziativa sono aperte fino al 6 ottobre 2017, con l’auspicio che si faccia in tempo a cambiare le cose.