Concorso Polizia 2017, bando in Gazzetta Ufficiale: requisiti, prove e novità

Concorso Polizia 2017: uscito in  Gazzetta Ufficiale, sezione concorsi, il bando per il reclutamento di 1.148 allievi agenti. Ecco tutte le informazioni su requisiti, date e prove del concorso.

Concorso Polizia 2017: oggi, venerdì 26 maggio, è stato finalmente pubblicato il bando per il reclutamento di 1.148 allievi agenti della Polizia di Stato.

Il bando di concorso con tutte le informazioni sulle date, le prove e i requisiti è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale e da lunedì sarà possibile inviare le domande.

Dopo mesi di rinvii,  quindi, il concorso pubblico per il reclutamento di 1.148 allievi agenti può avere inizio; l’iter di selezione sarà molto lungo, ma per molti giovani alla fine del percorso si apriranno le porte della Polizia di Stato.

Secondo le anticipazioni sul concorso, saranno circa 400mila le domande di partecipazione.

D’altronde si tratta di un’opportunità da cogliere al volo anche perché, come vedremo meglio di seguito, non ci saranno concorsi per lo stesso ruolo per i prossimi tre anni. Senza dimenticare che con il riordino delle carriere per l’accesso al ruolo d’agente della Polizia di Stato diventerà obbligatorio il diploma, quindi per i giovani con licenza media questa è l’ultima opportunità per entrare delle Forze dell’Ordine.

Di seguito tutte le informazioni sul concorso, mentre per consultare il bando cliccate qui.

Concorso di Polizia: bando per 1.148 allievi agenti

Nell’incontro andato in scena nei mesi scorsi Gabrielli ha confermato che entro la fine di maggio uscirà in Gazzetta Ufficiale il bando per il concorso da 1.148 allievi agenti

Di questi, solo 255 saranno riservati a chi ha il VFP1 (inizialmente si parlava di una quota del 50%), mentre per i civili con licenza media ci saranno ben 893 posti.  E le buone notizie non finiscono qui; come svelato da il Capo delle Polizia nell’incontro con i sindacati, infatti, le graduatorie del concorso saranno valide tre anni.

L’ultima indiscrezione riguarda le date e il luogo della prova preselettiva: secondo quanto anticipato da Gabrielli, le prove si terranno alla Fiera di Roma, dal 24 luglio al 12 settembre. Anche se il bando è stato pubblicato la data ufficiale delle prove preselettive non è stata ancora annunciata; molto infatti dipenderà dal numero delle domande che verranno inviate e dal tempo che ci vorrà per mettere in piedi la macchina operativa. Secondo quanto riportato nel bando le date della prova preselettiva saranno svelate con la Gazzetta Ufficiale del 7 luglio.

Ricordiamo che il bando con tutte le informazioni è uscito oggi nella sezione “concorsi” della Gazzetta Ufficiale della prossima settimana. L’invio delle domande è in programma dal prossimo lunedì 29 maggio sul sito https://concorsips.interno.it.

Concorso Polizia per allievi agenti: chi potrà partecipare? I requisiti

Il requisiti per il prossimo concorso della Polizia di Stato dovrebbero essere gli stessi richiesti per le selezioni analoghe degli ultimi  anni.

Quindi potranno inviare la domanda coloro che:

  • sono in possesso della cittadinanza italiana;
  • hanno più di 18 anni e meno di 30 anni;
  • hanno conseguito la licenza media;
  • non sono stati espulsi dalle Forze Armate;
  • non hanno riportato condanne per delitti colposi.

Tra i requisiti quindi non figura l’anno da volontario in ferma prefissata, a differenza dei concorsi per allievi agenti degli anni scorsi. Infatti, come stabilito dal DL del 28 gennaio 2014, dal 2017 i concorsi per le Forze dell’Ordine avranno una quota di posti riservata ai civili.

Tra i requisiti non figura neppure un limite di altezza, mentre l’avere un tatuaggio può comportare l’esclusione dal concorso solamente nel caso in cui si trovi in un posto del corpo troppo esposto oppure se il soggetto raffigurato è offensivo. Per saperne di più vi consigliamo di leggere la nostra guida dedicata ai requisiti per il concorso di Polizia.

Concorso Polizia di Stato, la selezione: quali sono le prove da superare?

I candidati ammessi al concorso della Polizia di Stato dovranno sostenere una sola prova scritta.

Si tratta di un questionario con cui si verificherà la conoscenza del candidato su alcune discipline. Nel dettaglio, la prova scritta sarà così suddivisa:

  • questionario con domande a risposte sintetiche o multiple su argomenti di cultura generale e sulle materie previste nei programmi della scuola dell’obbligo;
  • quesiti per verificare il livello di conoscenza della lingua straniera che il candidato ha indicato al momento della compilazione della domanda;
  • quesiti per attestare il livello di preparazione nell’uso delle apparecchiature e delle applicazioni informatiche.

I candidati che otterranno un punteggio non inferiore ai sei decimi entreranno in graduatoria. Successivamente in base all’ordine della graduatoria i candidati saranno sottoposti agli accertamenti dei requisiti psichici e attitudinali.

I vincitori del concorso, quindi coloro che si troveranno nelle prime 1.000 posizioni una volta terminate le selezioni, saranno nominati allievi agenti della Polizia di Stato e inizieranno un corso di formazione della durata di 6 mesi. Alla fine di questo periodo ne comincerà un altro, sempre della durata di 6 mesi, in cui sono Agenti in Prova. Alla fine di tutto verranno nominati Agenti Effettivi e saranno assegnati ad un reparto o ad un ufficio situati in una Regione diversa da quella di appartenenza.

Per maggiori informazioni, leggi anche-Concorso Polizia agenti 2017: stipendio, corso e trasferimento. Cosa succede a chi lo vince?