Concorso pubblico Ministero dell’Interno: è uscito il bando per 50 funzionari

Concorso pubblico Ministero dell’Interno, ecco il bando per 50 funzionari. Scopriamo quali sono i requisiti e il limite di età per inoltrare la propria candidatura.

Concorso pubblico Ministero dell’Interno. È di questi giorni la notizia che il Ministero dell’Interno ha indetto un concorso pubblico grazie al quale intende impreziosire il proprio organico con altri 50 prefetti.

concorso pubblico ministero dell’interno

Si tratta di un’opportunità da non perdere per tutti coloro che vogliono intraprendere la carriera prefettizia. L’opportunità, però, è riservata solo a coloro che hanno la laurea e che non abbiano compiuto ancora 35 anni di età.

Per inoltrare le domande di partecipazione, fra l’altro, i candidati hanno tempo fino al 31 luglio. Per farlo possono servirsi del portale online disponibile sul sito del Ministero. La domanda, infatti, può essere inoltrata solo per via telematica. Di seguito vi elenchiamo tutte le informazioni utili per partecipare al concorso.

Concorso pubblico Ministero dell’Interno: i requisiti

Partiamo dai requisiti indispensabili per inoltrare la propria candidatura al concorso pubblico Ministero dell’Interno 2017:

  • essere in possesso di cittadinanza italiana;
  • non aver superato i 35 anni di età;
  • essere in possesso delle qualità morali e di condotta richieste per il pubblico impiego;
  • essere in regola nei confronti degli obblighi militari;
  • godere dei diritti politici;
  • avere un’idoneità fisica all’impiego in questione.

Capitolo titolo di studio. Come già anticipato, possono partecipare al concorso pubblico Ministero dell’Interno tutti coloro i quali sono in possesso di laurea magistrale in: giurisprudenza, scienze politiche, relazioni internazionali, scienze delle pubbliche amministrazioni, economia, scienze economico-aziendale, sociologia e ricerca sociale, servizio sociale e politiche sociali, programmazione e gestione delle politiche e dei servizi sociali, storia contemporanea, studi europei (ottenuti anche all’estero, a patto che siano riconosciuti).

Occhio, però, perché il limite di età richiesto può essere elevato di un anno per coniugati e per ogni figlio vivente, di cinque anni per tutti coloro che appartengono alle categorie protette e di tre anni al massimo per coloro che hanno prestato servizio nell’esercito. In ogni caso, comunque, non si possono superare i 40 anni di età.

Concorso pubblico Ministero dell’Interno: quando e come presentare le domande

Le domande, come dicevamo, devono essere inoltrate sul sito del Ministero dell’Interno entro e non oltre la data di lunedì 31 luglio. In allegato, inoltre, si dovrà dimostrare l’avvenuto pagamento di 10 euro quale contributo delle spese concorsuali.

Effettuata la richiesta online, si deve quindi stampare la domanda, sottoscriverla e consegnarla a chi di competenza il giorno in cui ci sarà la prova preselettiva. Sono tutte cose che dovete fare obbligatoriamente, pena l’esclusione dalla prova.

Concorso pubblico Ministero dell’Interno: in cosa consiste la prova d’esame

Le prove saranno tre: una prova preselettiva, una scritta e una orale.

La prova preselettiva consisterà in 90 quesiti a risposta multipla da svolgere in un’ora. Il 10 ottobre, in Gazzetta Ufficiale, saranno pubblicate le informazioni relative alla banca dati.

Nella prova scritta i candidati troveranno tre elaborati da svolgere in 8 ore.

La prova orale, come al solito, consiste in un colloquio sulle stesse materie delle prove scritte.