Graduatoria concorso Polizia pubblicata: aumentano i posti, ecco il calendario delle prove

Pubblicata la graduatoria del concorso Polizia. La buona notizia è che sono stati ufficialmente aumentati i posti in palio. Ecco tutto quello che c’è da sapere.

Pubblicata la graduatoria concorso Polizia, adesso è ufficiale. Dopo le voci di un possibile rinvio, è stata pubblicata la fatidica graduatoria delle prove scritte del concorso Polizia 2017. Sono stati pure aumentati i posti a disposizione dei candidati che hanno superato la prova scritta. In ultimo, è uscito il calendario.

Sul sito della Uil Polizia viene riportato che alle prove fisiche sono convocati i primi 3.443 candidati, seguendo l’ordine della graduatoria della prova scritta. Sono passati alle prove fisiche, quindi, tutti coloro che hanno raggiunto un punteggio compreso fra 9,625 e 10 agli scritti. Il calendario lo trovate cliccando qui.

Graduatoria concorso Polizia pubblicata: e ora che succede?

Adesso ne abbiamo la certezza. a graduatoria concorso Polizia 2017 è stata pubblicata qui e tutti i candidati che hanno superato le prove scritte dovranno presentarsi presso la sede del I Reparto Mobile della Polizia di Stato in via Portuense n. 1680 a Roma (cap 00148), in zona Ponte Galeria, alle ore 9:00 antimeridiane del giorno indicato nel calendario che vi abbiamo linkato sopra.

Aumentano i posti per il concorso Polizia 2017

Oggi c’è stato anche un incremento dei posti in palio al concorso Polizia 2017. Per fortuna, direbbe qualcuno, dato che comunque abbiamo avuto la conferma che la media voto agli scritti è stata molto alta rispetto a quanto ci si aspettava alla vigilia.

Ne avevamo già parlato in un precedente articolo. I posti a disposizione, inizialmente, erano 1.148 e l’avviso pubblicato oggi sulla Gazzetta Ufficiale conferma invece che le unità totali saranno ben 2.103. Una buona notizia, insomma, per tutti coloro che hanno partecipato alla prova scritta del concorso e che hanno ottenuto un punteggio consono per andare avanti.

IRRISORIO INCREMENTO DEI POSTI MESSI A CONCORSO PER AGENTI NELLA POLIZIA DI STATOSe al Ministero dell'Interno la…

Posted by Ugl-Cagliari Polizia Di Stato on Freitag, 27. Oktober 2017

Cosa c’è da sapere sulle prove fisiche del concorso Polizia 2017?

Ai candidati che hanno passato gli scritti, fra l’altro, si ricorda che dovranno presentarsi alle prove fisiche con idoneo abbigliamento sportivo. Tutti i candidati dovranno inoltre presentarsi con un documento di identità, i titoli di servizio (solo i volontari della Difesa) e un certificato medico di idoneità sportiva agonistica per l’atletica leggera.

graduatoria concorso polizia
Le prove fisiche del concorso Polizia

Partiamo dal presupposto che nel primo giorno di prove fisiche i candidati affronteranno la prova ginnica (dalle 8:30 alle 13). I candidati che supereranno la prova di efficienza fisica dovranno poi presentarsi, nei due giorni successivi, alle ore 8:00 presso il Compendio Ferdinando di Savoia, a Roma, in via del Castro Pretorio n. 5 (fermata Termini, metro A e B) per essere sottoposti agli accertamenti psicofisici.

In questa fase ci saranno anche le visite antropometriche. I candidati, comunque, devono sempre portare con sé i risultati degli esami indicati all’art. 14, comma 2, lettere a), b) e c) del bando, da effettuarsi presso una struttura pubblica o accreditata con il S.S.N., con l’indicazione del codice identificativo regionale.

I candidati che supereranno gli accertamenti psicofisici dovranno poi presentarsi, nei due giorni successivi, sempre alle ore 8:00, presso il Centro Psicotecnico della Polizia di Stato a Roma, salita del Forte Ostiense (fermata Marconi, metro B) per essere sottoposti agli accertamenti attitudinali.

Ci saranno due colloqui importanti: quello con lo psicologo e quello con il Perito Selettore. Infine, nel quarto e ultimo giorno di prove, toccherà alla prova dello specchio e al colloquio finale con il Perito Selettore. Quest’ultimo, per chi non lo sapesse, certificherà l’idoneità dei candidati sottoposti alle prove fisiche e psico-attitudinali.

È ovvio che la mancata presentazione dei candidati comporterà l’esclusione automatica dal concorso.