NoiPa non funziona: aggiornamento necessario per gli aumenti di marzo (scuola esclusa)

Ufficiale: a marzo 2018 partono gli aumenti stipendiali per i dipendenti pubblici (escluse Forze Armate, Sanità e comparto Scuola).

NoiPA, il portale che gestisce gli stipendi dei dipendenti della Pubblica Amministrazione, non funziona e sarà offline fino a lunedì 12 marzo. Andando sul portale in questi giorni si legge che:

NoiPA ha la necessità di rinnovare alcune sue componenti per essere più stabile, per migliorare le sue prestazioni e la sicurezza nell’accesso all’area riservata. Per consentire tali interventi è stato necessario sospendere il servizio.

NoiPa quindi tornerà online il 12 marzo 2018, ma per qualsiasi problema gli statali possono contattare il numero verde 800.991.990. A questo punto è facile pensare ad una manutenzione necessaria per aggiornare il portale in vista dell’applicazione degli aumenti stipendiali prevista nel cedolino di marzo 2018.

Questo mese, infatti, i dipendenti pubblici riceveranno per la prima volta lo stipendio calcolato con le nuove tabelle stipendiali previste dal rinnovo del contratto. Gli importi dell’aumento, come noto, saranno pari ad 85€ medi e lordi per dipendente, per una forbice che va dai 63€ ai 117€, più un assegno mensile di circa 20€ lordi riconosciuto per 10 mensilità agli assegni alle retribuzioni più basse.

Come anticipato gli aumenti stipendiali partiranno da marzo 2018, con il cedolino stipendiale che verrà pagato il 23 del mese. Questo però vale solamente per il comparto centrale della Pubblica Amministrazione, per i dipendenti dei ministeri, delle agenzie fiscali e degli enti pubblici non economici.

Sia per le Forze Armate che per i dipendenti della scuola gli aumenti stipendiali non dovrebbero partire da marzo, visto che la firma definitiva sul nuovo contratto non è ancora arrivata.

Aumenti di stipendio a marzo, ma per chi?

Con il cedolino di marzo 2018 i dipendenti pubblici – ma solo quelli del comparto centrale – potranno toccare con mano gli effetti del rinnovo del contratto, perché per la prima volta vedranno in busta paga gli aumenti di stipendio previsti dall’accordo firmato lo scorso dicembre.

Questo vale per i dipendenti dei ministeri, delle agenzie fiscali e degli enti pubblici non economici, gli stessi che il 1° marzo 2018 hanno ricevuto l’assegno con gli arretrati del 2016 e 2017.

Per le Forze Armate, invece, c’è ancora molta incertezza su quando verranno pagati i primi aumenti stipendiali. L’iter che porta alla firma definitiva da parte dell’Aran, infatti, è quasi concluso ma non completamente. Il via libera della Corte dei Conti è arrivato, ma l’accordo verrà definito solamente nei prossimi giorni; nel dettaglio l’incontro è in programma per l’8 marzo 2018 (alle ore 16:00), come annunciato dal Dipartimento della Funzione Pubblica.

 

La domanda a questo punto è: se la firma definitiva arriverà l’8 marzo c’è tempo per far partire gli aumenti stipendiali nel cedolino di questo mese? No, ecco perché tutto è rinviato al mese prossimo, nella busta paga di aprile.

Discorso differente per l’assegno con gli arretrati del 2016, del 2017 e con le prime mensilità del 2018: in questo caso è possibile un’emissione speciale per il 1° aprile, ma si tratta comunque di indiscrezioni.

Per il comparto Istruzione e Ricerca invece bisognerà attendere sicuramente fino ad aprile dal momento che l’accordo per la bozza del CCNL Scuola è stato raggiunto solamente qualche settimana fa e il testo non ha ancora ottenuto il via libera da parte della Corte dei Conti. Ecco perché né per gli aumenti stipendiali né per l’assegno con gli arretrati sono previste novità nel cedolino di marzo.

Lo stesso vale per il comparto Sanità per il quale, come noto, gli aumenti stipendiali partiranno dal mese di maggio 2018.

Le date NoiPA di marzo 2018

Ricordiamo che le date in cui NoiPA procede con l’accredito del cedolino sono le stesse ogni mese, salvo la coincidenza con sabati e domeniche. Le date – indicate dall’allegato 1 della legge 350/2001 – sono le seguenti:

  • giovedì 22 febbraio 2018: insegnanti scuole materne ed elementari;
  • venerdì 23 febbraio 2018: personale amministrativo delle direzioni provinciali del Tesoro con ruoli di spesa fissa e restante personale statale;
  • lunedì 26 gennaio 2018: personale insegnante supplente temporaneo.

Per la pubblicazione del cedolino stipendiale, invece, bisognerà attendere la fine della manutenzione da parte di NoiPA; prima della prossima settimana, quindi, non ci saranno novità in merito.