Riordino delle carriere e Libro Bianco: la riforma delle Forze Armate ha inizio

Riordino delle carriere per le Forze Armate, di Polizia e Vigili del Fuoco: quali novità in arrivo con la riforma?

Forze Armate, è stato approvato dal Consiglio dei Ministri il testo del decreto che riordina le carriere e per cui sono stati stanziati 1,6 miliardi per i prossimi due anni.

Un obiettivo storico, richiesto da anni dagli operatori delle Forze Armate, di Polizia e dei Vigili del Fuoco, che finalmente si appresta a diventare realtà. Non tutti però hanno ben chiaro cosa cambierà con la riforma delle carriere né quando questo provvedimento, atteso da circa 20 anni, diventerà effettivo.

Qui trovate tutto quello che c’è da sapere sul riordino delle carriere del comparto difesa e sicurezza: dai dettagli sull’iter in Parlamento fino alle novità che introdurrà la riforma.

Riordino delle carriere delle Forze Armate: quando sarà approvato in via definitiva?

Con l’approvazione da parte del CdM, il testo sul riordino delle Forze Armate adesso passerà in Parlamento alla conferenza Stato-Regioni. L’esame in Parlamento durerà al massimo 60 giorni e successivamente ci sarà l’approvazione definitiva da parte del Consiglio dei Ministri. A questo punto il riordino potrà essere attuato, ma per il suo completamento bisognerà aspettare la fine del 2018.

Riordino delle carriere: quanto è stato stanziato dallo Stato?

Il riordino delle carriere delle Forze Armate, di Polizia e dei Vigili del Fuoco costerà allo Stato italiano 1,6 miliardi di euro. Nel dettaglio, 621 milioni sono stati stanziati nel 2017, mentre con la manovra finanziaria del 2018 verrà aggiunto 1 miliardo e 27 milioni.

Questi fondi, come specificato dal Ministro dell’Interno Minniti, serviranno per ridefinire i percorsi per la carriera delle Forze Armate, valorizzando coloro che ogni giorno si dedicano alla sicurezza e al soccorso.

Riordino delle carriere: cosa cambia?

Il decreto legislativo approvato dal CdM attua quanto stabilito dalla legge n°244 del 2012 che “detta disposizioni per il riordino dei ruoli e delle carriere del personale delle Forze Armate, in un contesto di equiordinazione del loro ordinamento con quello delle Forze di Polizia ad ordinamento civile”.

Questo provvedimento, punterà a:

  • valorizzare le funzioni dei diversi ruoli, puntando specialmente agli iniziali e agli intermedi;
  • ridisegnare i percorsi formativi e gli sbocchi di carriera;
  • garantire un livello di retribuzione coerente con le responsabilità.

Quindi, il provvedimento, che riguarda anche l’Arma dei Carabinieri e la Guardia di Finanza, interviene su degli aspetti molto importanti per la carriera delle Forze Armate, come il reclutamento e i parametri stipendiali. Inoltre,con l’approvazione definitiva del testo
verrà data una maggiore possibilità di progressione della carriera attraverso il superamento di procedure concorsuali.

Riordino delle carriere delle Forze Armate: cos’è il libro bianco?

Non c’è solo il testo del riordino delle carriere ad interessare le Forze Armate. Per il comparto Difesa, infatti, al decreto attuativo si aggiunge la delega approvata dal CdM in data 10 febbraio con cui viene implementato il Libro Bianco.

L’obiettivo di questo progetto è  di rendere le Forze Armate e di Polizia più efficienti, attraverso una riduzione del personale. Nel dettaglio, entro il 2024 ci sarà la riduzione da 190 mila a 150 mila unità per le Forze Armate attraverso una ridefinizione delle quote dei contratti a tempo determinato e indeterminato.

Ad oggi, infatti, la situazione non è delle migliori dal momento che l’età media del personale delle Forze Armate è di 38 anni, mentre ben l’82% dei dipendenti della Difesa ha un contratto a tempo indeterminato.

Con la delega che implementa il Libro Bianco questa situazione cambierà poiché, come specificato dal Ministro della Difesa Pinotti, solamente il 60% del personale firmerà un contratto a tempo indeterminato. Per il restante 40%, che dopo un periodo lavorativo all’interno delle Forze Armate dovrà reinventarsi, ci saranno delle corsie preferenziali per l’accesso in altri comparti della Pubblica Amministrazione.


Un pensiero riguardo “Riordino delle carriere e Libro Bianco: la riforma delle Forze Armate ha inizio

I commenti sono chiusi