Test Medicina 2017: la diretta live con le domande e le soluzioni

Ecco tutte le news sulle domande del Miur e le relative soluzioni al test d’ingresso di Medicina e Odontoiatria.

Test Medicina 2017. Si è svolto oggi, martedì 5 settembre 2017, il fatidico test d’ingresso per iscriversi alle facoltà di Medicina e Odontoiatria. Anche quest’anno c’è stato un numero altissimo di candidati. Più di 66mila gli studenti che hanno svolto la prova, ma solo 10mila i posti disponibili fra Medicina e Odontoiatria. In pratica ci sono 6,7 candidati per ogni posto disponibile.

test medicina
Il test Medicina 2017-18

Quanti passeranno il test Medicina 2017?

Considerato, quindi, che sono stati tantissimi gli studenti a partecipare al test Medicina 2017, molti di loro saranno costretti a rimanere fuori dai giochi. Servirà quindi un punteggio alto per entrare in facoltà. La speranza, per chi non dovesse farcela subito, è riposta nello scorrimento della graduatoria oppure in qualche eventuale errore del Miur sul test. In questo caso, infatti, si potrà fare ricorso e tentare comunque di entrare a Medicina nonostante il punteggio del test. Molti, comunque, già sono convinti che servirà un punteggio anche inferiore a 63 (dell’anno scorso) per entrare.

L’alternativa, per coloro che non dovessero entrare immediatamente a Medicina, è iscriversi ad altra facoltà che gli consenta di dare almeno due esami di Medicina (come previsto dall’articolo 6 del R.D. 1269/38) e tentare di nuovo il test Medicina l’anno successivo.

Test medicina: dove trovare le soluzioni ai quiz

In questo momento sui social l’ansia fa da padrona. Molti studenti temono di non riuscire a passare il test Medicina. Secondo le prime indiscrezioni, chimica e biologia erano abbastanza facili, mentre i quiz di logica sono stati definiti “improponibili”. Nella cultura generale c’erano Margherita Hack e la Costituzione. Il test è iniziato alle 11 ed è durato 100 minuti. Il Miur ha pubblicato le domande con le relative risposte esatte qui. La risposta corretta è sempre la A.

Come verranno valutate le prove

Il bando del Miur sul test Medicina 2017 dice espressamente che per la valutazione delle prove saranno attribuiti al massimo 90 punti. In correzione si terrà conto dei seguenti criteri:

  • +1,5 punti per ogni risposta esatta;
  • – 0,4 punti per ogni risposta sbagliata;
  • 0 punti per ogni risposta omessa.

Il consiglio, quindi, è che era meglio non rispondere se non eravate proprio sicuri. È capitato, infatti, che siano passati studenti che hanno risposto solo alla metà delle domande (lasciando il resto in bianco) rispetto a quelli che hanno voluto rispondere a tutte le domande, ma che metà di queste erano sbagliate.

Avevate comunque la possibilità di correggere le risposte che avevate già dato. Partiamo dal presupposto che la vostra risposta prescelta doveva essere contrassegnata da una “X”, ma avevate una sola possibilità di correggere una risposta. In questo caso dovevate annerire la casella con la “X” precedente e sceglierne un’altra in cui mettere la “X” giusta. Potevate quindi cambiare la vostra scelta una sola volta, non di più.

Cosa succede in caso di parità nel punteggio?

Il Miur specifica pure che in caso di parità nel punteggio del test, verrà data priorità alle risposte esatte dei quesiti relativi agli argomenti di logica, cultura generale, biologia, chimica, fisica e matematica. In quest’ordine.

Le graduatorie usciranno il 3 ottobre sul portale Universitaly e lì gli studenti sapranno se avranno il posto assegnato o prenotato. Ecco cosa significa.

Le differenze fra posto assegnato e prenotato

Se il 3 ottobre risulterai assegnato, buon per te. Sarai riuscito a entrare nella tua prima preferenza e quindi dovrai immatricolarti presso l’università da te scelta. Occhio, però, alle scadenze: se non ti immatricoli entro quattro giorni, esclusi sabato e festivi, risulterai rinunciatario e la graduatoria scorrerà.

Il posto prenotato significa che sei riuscito ad entrare in una delle scelte successive alla prima. Hai quindi due possibilità: o ti immatricoli entro quattro giorni lavorativi nell’università in cui sei entrato o aspetti di entrare nella prima scelta attraverso gli scorrimenti. In ogni caso i candidati immatricolati che non vogliono rinunciare alla loro prima scelta devono manifestare la conferma di interesse nell’area riservata Universitaly, pena l’esclusione dalla Graduatoria.