Esuberi classe di concorso 2017-2018: ecco chi non verrà assunto

Scuola, gli Uffici Scolastici Provinciali hanno pubblicato le tabelle relative alle classi di concorso in esubero per l’a.s. 2017-2018. Ecco chi non verrà coinvolto nelle immissioni in ruolo.

Immissioni in ruolo 2017-2018: nella giornata di ieri il Miur ha ufficializzato il contingente dei posti disponibili per le assunzioni, suddivisi per Regione e classe di concorso. Dopo l’uscita delle tabelle ufficiali, gli Uffici Scolastici Provinciali hanno cominciato a pubblicare l’elenco delle classi di concorso rimaste in esubero dopo il completamento delle operazioni della mobilità per la scuola secondaria, sia di I che di II grado.

Ricordiamo che gli esuberi ci sono quando sia in ambito provinciale non ci sono cattedre di diritto; questo significa che per quella determinata classe di concorso non ci possono essere delle immissioni in ruolo.

Per i docenti in esubero, invece, è possibile richiedere l’utilizzazione prevista dal contratto sulla mobilità annuale, lo stesso in cui sono dettate le regole per le assegnazioni provvisorie. Ecco il file .PDF da scaricare dove sono indicati tutti gli esuberi per il 2017-2018 suddivisi per Regione e classe di concorso.

Classi di concorso in esubero 2017-2018

Utilizzazioni per i docenti in esubero

Come indicato nel contratto della mobilità annuale, l’utilizzazione è necessaria per il “reimpiego qualificato di tutto il personale in soprannumero o in esubero“. Di conseguenza, tutti i docenti che sono in esubero potranno essere spostati ad altri insegnamenti o nell’organico per il potenziamento, con il conseguente adeguamento dello stipendio.

Per le utilizzazioni verrà utilizzata una tabella dei punteggi suddivisa in tre parti:

  • Anzianità di servizio;
  • Esigenze di famiglia;
  • Titoli generali.

Nel dettaglio, a poter beneficiare dell’utilizzazione non sono solamente gli appartenenti ai ruoli o alle classi di concorso in esubero che richiedono il trasferimento annuale su altri posti, ma anche coloro che sono in soprannumero su ambito, i docenti che hanno ottenuto il passaggio al part-time ma non hanno trovato il posto di precedente titolarità o i titolari su insegnamento curriculare con titolo di specializzazione che richiedano di essere utilizzati solo sul sostegno.

Per chi invece è titolare di una cattedra di ruolo ma ha bisogno di avvicinarsi a casa c’è l’assegnazione provvisoria, per la quale però non saranno presi in considerazione criteri titoli o anzianità di servizio, ma solo le anzianità di servizio.