Insegnanti, le regole per le vacanze estive: come si calcolano le ferie?

L’estate è alle porte e i docenti si domandano come fare per calcolare quanti giorni spettano di ferie ad ognuno. Ecco tutto quello che c’è da sapere sull’argomento.

C’è ancora chi sostiene che gli insegnanti, con la chiusura delle scuole, abbiano tre mesi di ferie. Si tratta però di un mantra ormai da sfatare, dato che non è neanche vera la diceria secondo la quale i docenti lavorano solo 18 ore a settimana.

In questo periodo sono invece molti i docenti che si domandano di quanti giorni dispongono per andare in ferie, in questo articolo cercheremo di fare chiarezza riprendendo più o meno le stesse regole e linee guida dell’anno scorso.

Come si calcolano le ferie degli insegnanti

Tre mesi di ferie per gli insegnanti? Ma quando mai. Le ferie dei docenti sono regolamentate ai sensi dell’art. 13 del CCNL 2006-2009, dove al comma 2 è chiaramente riportato che la durata delle ferie è di 32 giorni lavorativi comprensivi delle due giornate previste dall’art. 1, comma 1, lett. a), della legge 23 dicembre 1977, n. 937. Per la stessa legge sono attribuite quattro giornate di riposo delle quali gli insegnanti possono usufruire esclusivamente durante il periodo a cavallo fra il termine delle lezioni e degli esami e l’inizio dell’anno scolastico successivo.

Da questo si evince, quindi, che ogni docente usufruisce di 36 giorni di ferie totali da prendersi, di fatto, nei soli mesi di luglio e agosto. Tanto per fare un esempio: un docente che decide di andare in ferie dal primo luglio, fruendo di questi 36 giorni di ferie, dovrà tornare in servizio il 18 agosto. Ovviamente le domeniche e Ferragosto non vengono calcolati.

Ci sono però scuole che dal 25 al 30 di agosto programmano gli esami per i debiti formativi e i docenti in questione sono quindi obbligati a riprendere effettivamente servizio in anticipo. Senza contare che chi parteciperà agli esami di Stato (che in genere terminano a metà luglio) non riesce a sfruttare tutti e 36 i giorni di ferie che gli competono.

Come si calcolano le ferie dei docenti a tempo determinato

Discorso diverso per quei docenti cosiddetti precari o che hanno un contratto a tempo determinato. In questo caso l’articolo 19/2 del CCNL/2007 dice che “le ferie del personale assunto a tempo determinato devono essere proporzionali al servizio prestato”.

La formula per calcolare i giorni di ferie è quindi la seguente:

360:30 = n° dei giorni di servizio:x (30 per il numero di giorni prestati diviso 360)

Occhio, però, perché le ferie spettanti devono essere calcolate non in base all’orario di servizio settimanale, bensì riferendosi al totale dei giorni inclusi nel contratto (esclusi i giorni non retribuiti).

Per tutti i docenti, quindi, è possibile fruire delle ferie maturate dal 1° luglio al 31 agosto per i docenti con contratto annuale o per chi è assunto a tempo indeterminato.