Maturità 2017 Seconda Prova, guida allo svolgimento: tracce, durata, cosa portare

Tracce Seconda Prova di Maturità 2017: matematica allo scientifico, latino al classico. Ecco tutte le indicazioni utili per prepararsi ad affrontarla al meglio.

La Maturità 2017 è entrata nel vivo e domani, giovedì 22 giugno, è prevista la seconda prova d’esame per tutti gli studenti delle scuole superiori.

Come tutti sanno allo scientifico si svolgerà la prova di matematica, mentre al classico di sarà da fare i conti con la versione di latino. Tutte le altre scuole, comunque, avranno a che fare con il secondo scritto dell’Esame di Stato. Si tratta, infatti, della traccia che fa più paura agli studenti. Quella cioè nella quale gli esperti del Miur (sì, gli stessi che hanno scritto traccie) possono tirare fuori tutta la loro “cattiveria”.

Si scrive traccie o tracce?

Seconda Prova di Maturità 2017: durata dell’esame e voto

Vediamo adesso quanto tempo avranno gli studenti a disposizione per svolgere la seconda prova di maturità. Vi diremo, inoltre, quanto è importante svolgerla al meglio ai fini del voto finale dell’Esame di Stato.

Innanzittutto la seconda prova scritta della Maturità 2017 avrà luogo domani, giovedì 22 giugno 2017, secondo quanto stabilito dal Miur.

Per quanto riguarda la durata, invece, le cose variano a seconda degli istituti scolastici. Per la maggior parte delle scuole superiori, infatti, il tempo massimo che hanno gli studenti per svolgere la seconda prova è di 6 ore. Ricordiamo, comunque, che si può consegnare e uscire anche dopo 4 ore, tempo minimo per lo svolgimento della prova.

Ci sono, però, alcune eccezioni da tenere bene a mente. Al liceo classico, per esempio, la prova dura solo 4 ore, mentre al liceo musicale e coreutico la prova è articolata nell’arco di due giorni. Al liceo artistico, invece, la seconda prova di maturità può essere suddivisa in tre giorni, per 6 ore al giorno. In ogni caso, in fondo alla traccia, il Miur ha l’obbligo di scrivere la durata della seconda prova e dopo quante ore si potrà consegnare.

Passiamo al voto: il punteggio massimo della seconda prova è di 15 punti, ne abbiamo parlato anche in questo articolo. La sufficienza, ricordiamo, si raggiunge con 10 punti. Il punteggio andrà poi sommato alla prima e alla terza prova scritta, all’orale e ai crediti formativi ottenuti dagli studenti nell’ultimo triennio.

Seconda Prova di Maturità 2017: cosa portare

Vediamo, adesso, cosa è possibile portare con sé alla seconda prova del 22 giugno. È bene sapere che non si possono portare smartphone, cellulari e qualsiasi altro dispositivo che abbia una connessione a internet (vanno consegnati all’ingresso). Stesso discorso per libri, fotocopie, appunti, mappe concettuali, riassunti e ovviamente, bigliettini. Ecco, invece, quello che si può e/o si deve portare:

  • Carta d’identità, che verrà controllata prima di ogni scritto;
  • Penne (meglio portarne più di una, nera o blu;
  • Dizionario, nel caso di prova di lingua straniera, come al liceo linguistico, o versione, come nel caso degli studenti del classico;
  • Calcolatrice, a patto che non sia programmabile;
  • Matite, righe, squadre e tutti quegli strumenti tecnici che servono per i progetti, come ad esempio quelli di cui hanno bisogno gli studenti del liceo artistico o degli istituti tecnici;
  • Codice civile, se dovete affrontare una prova di diritto;
  • Strumenti musicali, essenziali per chi frequenta il liceo musicale;
  • Snack o bevande, a patto che non siano cibi unti che rischierebbero di macchiare i fogli.

Le materie della Seconda Prova di Maturità 2017

La seconda prova, come sappiamo, è diversa a seconda dell’indirizzo frequentato. Per il liceo classico, dunque, ci sarà il latino, per lo scientifico matematica, per il linguistico la prima lingua, per il liceo Scienze Umane le Scienze umane.

Entriamo, però, nel dettaglio, di ciascuna traccia. Gli studenti dello scientifico dovranno svolgere 5 (su 10) quesiti proposti e un problema (su 2). Gli studenti del classico dovranno tradurre un brano scritto in latino, in italiano.

I maturando del liceo linguistico, invece, dovranno svolgere una comprensione del testo (nella maggior parte dei casi sarà in inglese) con tanto di domande, riassunto e una produzione personale al testo scelto. Nel Liceo Scienze Umane ci sarà una trattazione sintetica, nella quale si dovrà sviluppare una riflessione sull’argomento proposto nella traccia.

La seconda prova del liceo artistico, invece, prevede una prova più pratica rispetto a quella degli altri licei. Il suo contenuto varia a seconda del sotto-indirizzo frequentato. Per gli studenti del liceo musicale e coreutico, invece, le prove si svolgono nell’arco di due giornate. Prevedono una prova teorica e una pratica.