Mobilità 2017-18, esiti pubblicati per la scuola secondaria di II grado

Mobilità 2017-18 II grado. Ecco il file con gli esiti di tutti i trasferimenti nazionali. Chi sono i docenti che hanno ottenuto il trasferimento?

Mobilità 2017-18, sono stati pubblicati gli esiti dei trasferimenti che riguardano i docenti della scuola secondaria di II grado. Cliccando qui potete gratuitamente scaricare il file nazionale che contiene tutte le richieste di trasferimento accolte.

Mobilità 2017-18 channel
Mobilità scuola 2017-18

Quali novità per il personale ATA? E per le assunzioni di ruolo?

Un appuntamento importante, insomma, quello di oggi, per tutti i docenti che si stavano chiedendo se la loro richiesta fosse stata accolta o meno. E per quanto riguarda il personale ATA? Beh, in questo caso si dovrà aspettare un po’ di più, ovvero fino al 31 luglio, quando verrà pubblicato il documento apposito che riguarda gli ATA.

Grazie alla pubblicazione degli esiti della mobilità, fra l’altro, i vari Uffici Scolastici Regionali sveleranno anche i posti disponibili per le assunzioni di ruolo, sempre a seconda della zona in cui ci si trova.

Per sapere quanti posti sono disponibili non dovete far altro che andare sul sito dell’Ufficio Scolastico Regionale di vostro interesse e scaricare da lì l’elenco per la disponibilità nella scuola per la quale intendete candidarvi.

Per le assegnazioni di ruolo, inoltre, il Miur ha messo a disposizione oltre 50mila posti. La pubblicazione degli esiti servirà pure a capire se le promesse fatte dal Miur attraverso la Ministra dell’Istruzione, Fedeli, siano state mantenute. La Ministra, infatti, aveva garantito ai docenti che non si sarebbero ripetuti gli stessi errori dell’anno scorso, cioè quando l’algoritmo sbagliato utilizzato per la mobilità aveva portato molti insegnanti a trasferirsi a molti chilometri da casa.

Esito negativo Mobilità 2017-18? Ecco le alternative

Se siete fra gli insegnanti che hanno ricevuto una risposta negativa alla richiesta di trasferimento, non temete. C’è la mobilità annuale. Questa, infatti, si differenzia in assegnazioni provvisorie e utilizzazioni e permetterà agli insegnanti di essere trasferiti per un anno mantenendo la titolarità della propria cattedra.