Premio Nazionale Insegnanti, bando di partecipazione: requisiti, premi e come candidarsi

MIUR: fino al 18 ottobre i docenti possono candidarsi all’Italian Teacher Prize, il premio per il miglior insegnante dell’anno. Ecco come fare e quali sono i premi previsti. 

Scuola: nasce il Premio Nazionale Insegnanti. Ecco come candidarsi e quali aspetti verranno esaminati per decretare il miglior insegnante del 2016.

Il Ministro Giannini lo aveva annunciato, adesso il “Premio Nazionale Insegnanti” è finalmente realtà. A dire il vero i docenti non presero molto bene questa notizia, quindi non sappiamo quanti di loro sceglieranno di candidarsi per vincere questo prestigioso premio. Il MIUR comunque in questi giorni ha messo a disposizione un modello per le candidature, che dovranno pervenire obbligatoriamente entro il 18 ottobre 2016.

Se siete incuriositi da questa iniziativa e volete saperne di più su come partecipare continuate a leggere perché di seguito trovate tutte le informazioni che cercate.

Inoltre, vi ricordiamo che non dovete per forza candidare voi stessi al Premio Nazionale Insegnanti. Infatti, chiunque può iscrivere un docente, purché ne indichi le motivazioni per cui dovrebbe essere insignito del prestigioso premio.

Premio Nazionale Insegnanti: cos’è?

Affascinata dal successo del GlobalTeacher Prize, il Ministro dell’Istruzione Stefania Giannini ha scelto di replicare questa iniziativa anche in Italia, ma naturalmente in maniera ridotta. L’obiettivo è valorizzare il ruolo strategico che i docenti rivestono nella vita degli studenti, i “cittadini del futuro”.

Quindi, in linea con quelli che sono i presupposti della legge 107, la cosiddetta Buona Scuola, questo premio servirà per promuovere l’innovazione didattica, la qualità dell’insegnamento e del contributo al miglioramento dell’istituzione scolastica, “nonché del successo formativo e scolastico degli studenti”.

Premio Nazionale Insegnanti: come candidarsi?

Il Ministero dell’Istruzione accetterà sia autocandidature che candidature fatti da terzi. Quindi se volete candidare un collega oppure l’insegnante di vostro figlio potete farlo senza problemi. Inoltre, anche gli studenti e i dirigenti scolastici possono indicare un docente meritevole del premio.

Per le candidature dovrete compilare il formulario che trovate nel sito ufficiale del Premio Nazionale Insegnanti. Il limite previsto per l’invio è il 18 ottobre 2016. Quando candidate un insegnante dovrete indicarne il:

  • nome;
  • cognome;
  • istituzione scolastica.

Inoltre dovrete allegare un breve elenco delle motivazioni per cui, secondo voi, il docente merita di vincere. L’insegnante però deve accettare la candidatura da parte di terzi, compilando una scheda indicando:

  • la propria attività educativa, come anni di insegnamento e tipologia di scuola;
  • contesto in cui operano;
  • modelli didattici utilizzati
  • eventuali progetti di internazionalizzazione o inclusione messi in atto
  • eventuali attività di volontariato
  • partecipazione a convegni o eventi sull’istruzione
  • pubblicazioni legate alla propria professione
  • modalità di utilizzo del premio finale

Premio Nazionale: chi vince e ammontare del premio

Il premio verrà assegnato all’insegnante che nel corso dell’anno è riuscito a trasmettere il sapere e la passione per lo studio ai suoi studenti in maniera innovativa, “a dispetto delle difficoltà e della scarsità di mezzi”.

Dopo una scrematura iniziale dove verranno valutate le schede inviate al momento della candidatura, 50 insegnanti verranno richiamati per fornire ulteriori informazioni su quello che è stato il loro lavoro. A questo punto una Giuria Nazionale individuerà i 5 finalisti che si contenderanno il premio finale.

Il vincitore del Premio Nazionale Insegnanti riceverà 50.000€, mentre per gli altri quattro ne sono previsti 30.000€ ciascuno. E’ importante sottolineare, però, che il premio non verrà assegnato direttamente ai docenti, ma ai loro istituti di appartenenza che potranno utilizzarli per finanziare della attività coordinate dal vincitore.

Inoltre, il vincitore del premio nazionale potrà essere inserito tra i 50 finalisti del GlobalTeacher Prize, previa valutazione del Comitato del citato premio mondiale.