Prove Invalsi, il calendario 2018: si parte con inglese

Sono state avviate le procedure per la realizzazione degli apprendimenti degli studenti per l’a.s. 2017-18. Ecco le date delle prove invalsi.

Ci sono importanti novità che riguardano le famose Prove Invalsi 2018. Partiamo dalla scuola primaria, per la quale lo svolgimento delle prove (fascicoli cartacei) si articolerà secondo questo calendario:

  • 3 maggio 2018: inglese (V primaria);
  • 9 maggio 2018: italiano (II e V primaria) e prova preliminare di lettura;
  • 11 maggio 2018: matematica (II e V primaria).

Per quanto riguarda la V primaria, la prova d’inglese riguarderà le competenze ricettive, ovvero comprensione della lettura e d’ascolto.

prove invalsi
Le prove invalsi 2018

Passiamo, ora, alle prove che riguardano la scuola secondaria, che come molti di voi sanno si svolgeranno al computer (CBT). Il calendario è questo:

  • Fra il 4 aprile 2018 e il 21 aprile 2018: italiano, matematica e inglese per la scuola secondaria di primo grado;
  • Fra il 7 maggio 2018 e il 19 maggio 2018: italiano e matematica, comprensive anche del questionario studente, per le classi II della scuola secondaria di secondo grado.

Le prove invalsi online

Per quanto riguarda le prove che si svolgeranno solo online, la piattaforma di somministrazione opererà sui principali sistemi operativi. La prova d’inglese, invece, riguarda le competenze ricettive (comprensione lettura e ascolto) ed è sviluppata coerentemente con le indicazioni nazionali (art. 7, c. 1) e si riferisce principalmente al livello A2 del QCER. Ricordiamo che le prove invalsi e lo svolgimento delle azioni ad esse connesse rappresentano attività ordinaria d’istituto.

Ricordiamo, inoltre, che anche le prove invalsi 2018 (matematica e italiano) per le seconde della scuola secondaria di II grado vengono somministrate online attraverso il computer. Le prove invalsi CBT (che riguardano le classi III secondarie di primo grado e II secondarie di secondo grado) si svolgono comunque al computer, assolutamente online e in più sessioni organizzate autonomamente da parte delle scuole. Unica eccezione le classi campione in cui le prove invalsi sono somministrate, sempre CBT, in una data indicata da Invalsi.

Le prove cosiddette computer based, inoltre, costituiscono un forte elemento di innovazione e consentono di fornire alle scuole informazioni più ricche e articolate. Permettono poi di eliminare il lavoro di immissione dei dati e di correzione delle domande a risposta aperta, che fino allo scorso anno erano affidati alla collaborazione degli stessi insegnanti.

Esempi di prove invalsi

Forse non tutti sanno che l’Invalsi (entro il 31 gennaio 2018) renderà disponibili alcuni esempi di prove per la classe V primaria (inglese) e CBT per le classi III della scuola secondaria di primo grado (italiano, matematica e inglese), nonché per la classe II della scuola secondaria di secondo grado (italiano e matematica). Questi esempi saranno disponibili sul sito ufficiale Invalsi.

Entro il 30 novembre, fra l’altro, Invalsi invia:

  • una nota relativa al trattamento dei dati connessi allo svolgimento della prova invalsi alle scuole secondarie di primo grado (classi III). Questa nota costituisce requisito di ammissione all’esame di Stato. In aggiunta ci sarà una nota tecnica legata agli aspetti informatici e organizzativi per lo svolgimento delle prove;
  • una nota tecnica legata agli aspetti informatici e organizzativi alle scuole secondarie di secondo grado (classi II).

Per dare corso alle procedure connesse alle prove invalsi, fra l’altro, è necessario iscriversi, dalle 15 del 10 ottobre ed entro le 16:30 del 31 ottobre 2017, seguendo le indicazioni fornite sul sito dell’Invalsi.

L’Invalsi, inoltre, ha comunicato pure di essere estraneo a proposte di adesione ai corsi di addestramento alle prove computerizzate. Si diffida chiunque, quindi, dal diffondere comunicazioni o proposte a nome dell’Istituto relative all’utilizzo degli strumenti online finalizzati all’addestramento per le prove.