Buona Scuola: ecco la data entro la quale dovrà essere completata la riforma

 Riforma della scuola: si avvicina la scadenza per l’approvazione delle 8 deleghe governative.

Buona Scuola, la riforma va avanti con l’approvazione delle 8 deleghe governative che attualmente sono in esame al Parlamento.

Al momento dell’approvazione delle deleghe da parte del Consiglio dei Ministri, la rappresentante del MIUR Valeria Fedeli aveva assicurato di essere disposta ad apportare delle modifiche nel caso in cui ci fosse stata un’opinione condivisa.

Ad oggi però i lavori nelle commissioni procedono a rilento e nonostante tra gli insegnanti siano scoppiate diverse polemiche riguardo alle novità introdotte dalle varie deleghe, come ad esempio su quella che riforma la Maturità introducendo come requisito sufficiente per l’ammissione all’esame la media del 6 in pagella, le deleghe sono rimaste più o meno invariate.

Insomma, a dispetto di quanto preannunciato dalla Fedeli l’impianto base delle deleghe dettato dalla Buona Scuola resterà invariato.

Inoltre, il tempo per l’esame in Commissione sta per scadere. Infatti, come svelato da OrizzonteScuola.it le commissioni dovranno esprimere il loro parere entro il 17 marzo, mentre l’approvazione definitiva del Consiglio del Ministri non potrà superare il limite del 17 aprile 2017.

Entro la primavera, quindi, la Buona Scuola potrà dirsi completa. Una prospettiva che non soddisfa gli insegnanti, che sono in disaccordo con diversi punti della riforma della scuola iniziata dalla Giannini e completata adesso da Valeria Fedeli.