TFA III Ciclo: conviene abilitarsi? Percorsi agevolati nella fase transitoria

TFA III Ciclo, ultime notizie: conviene abilitarsi? Quando esce il bando? Ecco tutto quello che c’è da sapere sul terzo ciclo del Tirocinio Formativo Attivo.


Qualche mese fa vi abbiamo parlato del bando per il TFA III ciclo, che permetterà agli insegnanti precari di abilitarsi ai fini dei prossimi concorsi scuola.

Ad oggi non ci sono ancora notizie ufficiali riguardo alla data di uscita del TFA III ciclo, e sembra ci sia stato un taglio dei posti disponibili rispetto a quanto ipotizzato inizialmente. Infatti si potranno iscrivere solo i docenti delle classi di concorso per le quali se ne rileverà il fabbisogno.

Per questo motivo molti docenti precari, ma anche chi si è appena laureato e vorrebbe diventare insegnante, si sono chiesti che fine abbia fatto il bando per il terzo, e ultimo, ciclo del Tirocinio Formativo Attivo.

La risposta è semplice: il bando per il TFA III ciclo non uscirà prima dell’approvazione definitiva della delega che riforma il reclutamento degli insegnanti, la quale introdurrà un nuovo concorso scuola per l’accesso ad un praticantato abilitante nelle scuole della durata di tre anni.

Il bando per il TFA III ciclo, infatti, è legato alla fase transitoria della riforma del reclutamento quindi per la sua uscita dovremo aspettare almeno fino al 17 aprile 2017, quando il Consiglio dei Ministri dovrebbe approvare la delega in via definitiva.

A tal proposito, potrebbe interessarti: Buona Scuola: ecco la data entro la quale dovrà essere completata la riforma.

Conviene abilitarsi con il TFA III ciclo?

Alla vigilia dell’entrata in vigore delle nuove regole per il reclutamento, molti insegnanti precari si chiedono se conviene spendere circa 3.000€ per abilitarsi con il TFA III ciclo senza avere la sicurezza che ciò li faccia diventare insegnanti di ruolo in futuro.

Analizzando il testo della riforma sul reclutamento, però, possiamo vedere come per gli insegnanti abilitati saranno previsti dei percorsi privilegiati per l’accesso al ruolo. Nel dettaglio:

  • i docenti abilitati non dovranno sostenere le prove scritte del prossimo concorso scuola, ma solo l’orale. Inoltre, nel caso in cui dovessero vincere il concorso dovranno sostenere solamente due anni di tirocinio;
  • per i non abilitati ma con 36 anni di servizio alle spalle, ci sarà una prova scritta (anziché due) e l’orale, mentre il tirocinio durerà un solo anno.

Nonostante il progetto della Fedeli punti a favorire gli abilitati non mancano le polemiche da parte di coloro che speravano nella riapertura delle Graduatorie d’Esaurimento che avrebbe permesso loro di accedere direttamente al ruolo senza dover sostenere un ulteriore concorso scuola.

Insomma, se state pensando di iscrivervi al prossimo TFA III ciclo ricordate che ciò non vi dà la sicurezza che diventerete insegnanti di ruolo, ma solo che avrete un accesso privilegiato ai prossimi concorsi scuola. E nel caso in cui riuscirete a vincerlo vi aspettano due anni di tirocinio nelle scuole dove lo stipendio previsto dovrebbe essere di circa 800€.