Tracce della seconda prova con errori grammaticali: il MIUR sbaglia ancora

Nelle tracce della seconda prova della Maturità c’è un nuovo errore grammaticale: dopo la I in traccie, altro errore dei preparati tecnici del Ministero dell’Istruzione.

Pensavate che il MIUR avesse imparato dai suoi errori? A quanto pare non è stato così: nella traccia della seconda prova per l’alberghiero c’è infatti un nuovo errore grammaticale.

Dopo aver sbagliato a scrivere il termine “traccie” in una comunicazione apparsa qualche giorno fa sul sito del MIUR, i tecnici di viale Trastevere si sono resi protagonisti di un nuovo e macroscopico errore grammaticale. Questa volta sono stati gli insegnanti dell’indirizzo alberghiero enogastronomico ad accorgersene.

Nella traccia della seconda prova su “scienza e cultura dell’alimentazione” c’è un quesito, il quarto per l’esattezza, dove è stato confuso un singolare. La traccia incriminata è la seguente:

“Con riferimento alle buone pratiche di produzione e igiene, il candidato spieghi un comportamento non corretto che può causare la contaminazione batterica di un alimento e un altro comportamento che può favorire la riproduzione di un battere”.

L’errore è facilmente individuabile; per i tecnici del Ministero dell’Istruzione il singolare del termine batteri sarebbe battere.

Niente di più errato: il singolare corretto infatti è batterio, come confermato prontamente dall’Accademia della Crusca che ha risposto ai dubbi degli insegnanti e degli studenti.

Per gli esperti il singolare di batteri è assolutamente batterio, come confermato dall’etimologia della parola. Batterio infatti deriva dal Latino Bacterium che a sua volta deriva dal greco βακτήριον che significa “bastoncino”.

Secondo l’Accademia della Crusca il MIUR si è confuso a causa dell’assimilazione dei termini scientifici che finiscono in -ere, come sfintere, clistere o utere.

Sarebbe stata sufficiente una piccola ricerca però per non commettere un errore che sta facendo molto parlare di sé. Com’è possibile infatti che dei tecnici preparati con l’onere di occuparsi della redazione delle tracce della Maturità commettano due errori del genere in pochissimi giorni? Dopo le “traccie” dei giorni scorsi ecco comparire il battere; immaginiamo già quale sarà la reazione di insegnanti e studenti che non si lasceranno scappare di certo un simile errore per attaccare nuovamente i tecnici di viale Trastevere.

Di seguito trovate l’immagine della traccia incriminata.