Blue Whale, i consigli della Polizia: come riconoscere i curatori su Facebook, Twitter e Whatsapp

Il gioco della Blue Whale che istiga al suicidio si sta dilagando a macchia d’olio anche in Italia. Ecco i consigli della Polizia per i genitori.

Il gioco della Blue Whale istiga al suicidio. Ormai è chiaro che dopo il servizio andato in onda a Le Iene sempre più adolescenti si siano incuriositi e che si Facebook, Twitter e Whatsapp il fenomeno sia divenuto presto virale. I casi di autolesionismo per seguire le regole del gioco stanno aumentando anche in Italia, dove sono tantissimi i ragazzi e le ragazze che cercano su internet i famosi curatori in grado di liberarli da un malessere interiore.

Blue Whale Challenge

Prima di entrare nel dettaglio di quello che sta accadendo sui social, però, è bene ripassare un attimo le 50 regole della Blue Whale che portano una persona a suicidarsi buttandosi dal punto più alto di un palazzo.

Le 50 regole della Blue Whale Challenge

Partiamo dal presupposto che il fenomeno è nato in Russia, dove il gioco ha già ucciso più di 157 adolescenti. Blue Whale significa letteralmente balena blu, dura 50 giorni e ha regole ben precise. A detta dei creatori, l’obiettivo del gioco è ridurre la sovrappopolazione mondiale. il che è tutto dire.

Posted by Signorina Carlino Pacifico on Sonntag, 21. Mai 2017

Per essere contattati da un curatore e ricevere le 50 regole del gioco l’adolescente deve scrivere gli hashtag #I_am_whale e #CuratorFindMe su Facebook o Twitter. In questo caso sarà proprio un curatore a rispondere al post dicendo di contattarlo in privato alle 4:20 del mattino, dove gli elencherà le sfide da affrontare giorno dopo giorno. A proposito: se ci si rifiuta di continuare, dopo che si è iniziato, si viene minacciati e psicologicamente la vittima sa di non poter più tornare indietro.

  1. Incidetevi sulla mano “f57” usando un rasoio o un taglierino e inviatene una foto al curatore;
  2. Svegliatevi alle 4:20 del mattino per guardare video psichedelici e di genere horror che il curatore vi invierà direttamente;
  3. Tagliatevi di nuovo il braccio con un rasoio facendo molta attenzione a non incidere le vene. Solo tre tagli, poi inviate le foto al curatore;
  4. Disegnate una balena su un pezzo di carta e inviate la foto al curatore;
  5. Se siete pronti a diventare una balena, incidetevi la parola “yes” su una gamba, ma se non lo siete dovrete tagliarvi molte volte per auto-punirvi;
  6. Sfida misteriosa a discrezione del curatore;
  7. Incidetevi sulla mano “f57” e inviate una foto al curatore;
  8. Scrivete l’hashtag #I_am_whale sul vostro profilo Facebook o Twitter;
  9. Dovete superare la vostra paura;
  10. Svegliatevi alle 4:20 del mattino e andate sul tetto di un palazzo altissimo;
  11. Incidetevi con il rasoio o un taglierino una balena sulla mano e inviate una foto al curatore;
  12. Guardate video psichedelici e dell’orrore tutto il giorno;
  13. Ascoltate il genere di musica che vi inviano i curatori;
  14. Tagliatevi il labbro;
  15. Passate un ago sulla vostra mano più volte;
  16. Procuratevi dolore, fatevi del male;
  17. Andate sul tetto del palazzo più alto della vostra città e state sul cornicione per un po’;
  18. Andate su un ponte e sedetevi sul bordo;
  19. Salite su una gru, o almeno cercate di farlo;
  20. Il curatore controlla se siete affidabili (ma non è specificato come);
  21. Videochiamate una “balena” (che può essere un altro giocatore come voi o un curatore) su Skype;
  22. Andate su un tetto e sedetevi sul bordo con le gambe a pensoloni;
  23. Altra sfida misteriosa a scelta del curatore;
  24. Compito segreto a discrezione del curatore;
  25. Incontrate una “balena” di persona;
  26. Il curatore vi dirà la data della vostra morte e voi dovrete accettarla;
  27. Svegliatevi di nuovo alle 4:20 del mattino e andate a visitare i binari di una stazione ferroviaria;
  28. Non parlate con nessuno per tutto il giorno;
  29. Registrate un messaggio vocale dove dite che siete una balena;

dalla 30 alla 49: Svegliatevi ogni giorno alle 4:20 del mattino, guardate video horror, ascoltate la musica che vi manda il curatore, fatevi un taglio sul corpo al giorno, parlate a una “balena”;

50. Salite su un edificio alto, saltate e prendetevi la vostra vita.

Bene, quest’ultima frase fa letteralmente venire la pelle d’oca. Perché, vedete, si può star male per un amore finito, si può essere depressi e rifiutare la vita, ma come può un adolescente scegliere di liberarsi dalla sofferenza affidandosi alle regole della Blue Whale?

Perché diciamocela tutta: buttarsi dal tetto di un palazzo il 50esimo giorno è una liberazione per queste persone. Soprattutto dopo che per più di un mese si sono svegliate in piena notte (e l’orario non è casuale, anzi, è quello che interrompe il sonno, trasformando gli adolescenti in zombie per tutto l’arco della giornata).

Posted by Le BuoneLocuste on Mittwoch, 24. Mai 2017

Possibile che nessuno (genitori compresi) si accorga dei tagli sulle braccia dell’adolescente? Possibile che nessuno si accorga del fatto che si svegli in piena notte per accendere il computer? Domande alle quali si fa difficoltà a rispondere, ma proviamo ad andare avanti, perché l’incubo della Blue Whale è appena cominciato.

Come riconoscere i profili Facebook e Twitter dei curatori

In genere i curatori non hanno foto del profilo e sempre più spesso agiscono su Twitter anziché su Facebook.

Posted by Signorina Carlino Pacifico on Sonntag, 21. Mai 2017

Alcuni esempi di nomi sono @curatoritalian, @blue_curator, @nonameonthis, @curatorwhale, @Bluewhalle, @bluewhalegame_, @BlueWhaleGame50, @BWCMCHALLENGE, @Curator_BWhale, @BlueWhale345, @whaleofabadtime. Sono solo alcuni dei profili segnalati da Giada su Twitter. Uno, addirittura, dice tranquillamente di essere “un lavoratore italiano con del tempo libero”.

L’allarme della Polizia su Whatsapp: “Non aprite quel messaggio”

Diciamo subito che la Polizia postale suggerisce ai genitori di parlarne con i propri figli. “Aumentate il dialogo sui temi della sicurezza in rete, parlate con i ragazzi di quello che dicono i media senza esprimere giudizi, senza drammatizzare né sminuire. Prestate attenzione ai cambiamenti comportamentali dei vostri figli (feite autoinflitte e sveglia alle 4:20 del mattino)”.

Se invece su Whatsapp vi compare una chat con scritto “Blue Whale”, non rispondete, perché basta una parola e vi minacceranno, vi assilleranno fino a quando non starete al gioco bloccandovi scheda e cellulare se proverete a dire di no. Sta girando un video che mostra uno sfondo completamente nero, dal quale un signore vi spia attraverso la videocamera del telefono: non apritelo e bloccatelo immediatamente.