Il Trono di Spade: chi è Azor Ahai, il Principe che fu promesso? Ecco 7 teorie a confronto

Azor Ahai è il Principe (o la Principessa) che fu promesso, una figura leggendaria che secondo una profezia tornò in vita per sconfiggere gli Estranei. Ecco le sette teorie dei fan sulla sua identità.

Chi è Azor Ahai? È una delle tante domande che ancora non hanno trovato una risposta in Game of Thrones. La fortunata serie tv Hbo è giunta alla penultima stagione, ma sono ancora parecchi i misteri irrisolti che riguardano la storia. Primo fra tutti chi siederà sul Trono di Spade alla fine di tutto, in secondo luogo l’identità di Azor Ahai, il Principe (o la Principessa) che tornò in vita per sconfiggere gli Estranei. Cerchiamo di capire qualcosa in più su questa figura leggendaria mettendo a confronto sette teorie dei fan pubblicate da Entertainment Weekly.

Chi è Azor Ahai, il Principe che fu promesso?

Nei romanzi di Game of Thrones si fa più volte riferimento alla figura di Azor Ahai, un eroe leggendario che secondo la profezia tornò in vita brandendo una spada infuocata chiamata Portatrice di Luce per sconfiggere l’esercito degli Estranei. Abbiamo stilato una classifica dei sei candidati a ricoprire questo ruolo.

Daenerys Targaryen

La Madre dei Draghi sembrerebbe il candidato più ovvio a ricoprire il ruolo del Principe (o meglio, della Principessa, in questo caso) che fu promessa. Nei romanzi si parla di una “stella sanguinante” che annuncerà la venuta di Azor Ahai, il quale rinascerà di nuovo in mezzo al fumo e al sale per svegliare i draghi dalla pietra. Come molti di voi sicuramente ricorderanno, Dany è “rinata” uscendo illesa dalla pira funebre di Khal Drogo nel momento stesso in cui le sue tre uova di drago si sono schiuse. In più, è nata a Roccia del Drago (un’isola in cui c’è sia il fumo del vulcano, sia il sale di mare) durante una tempesta.

A contrastare questa teoria, però, c’è la predizione di Melisandre, la quale ha dichiarato che Dany potrebbe essere la principessa che fu promessa nella prima puntata di questa settima stagione. Questo, però, ci fa pensare al fatto che raramente la Donna Rossa abbia azzeccato una previsione (ne sa qualcosa Stannis Baratheon). Inoltre Daenerys ha già un bel po’ di titoli da enunciare quando si presenta. Abbiamo davvero bisogno di un altro titolo onorario per la Madre dei Draghi?

azor ahai
La rinascita di Daenerys

Beric Dondarrion

Attualmente è l’unico a brandire una spada fiammeggiante. In più, è rinato ben sei volte grazie all’aiuto di Thoros di Myr. Di contro, si tratta di un personaggio che abbiamo visto in 10 episodi al massimo e forse Azor Ahai è qualcuno che ha un ruolo più importante all’interno della storia.

azor ahai
Lord Beric Dondarrion

Jon Snow

Un altro candidato di Melisandre. Il Re del Nord è letteralmente resuscitato all’inizio della sesta stagione. Il sale (sotto forma di lacrime) e il fumo (sotto forma di vapore) sono un chiaro riferimento alla morte di Jon Snow avvenuta al termine della quinta stagione. È un abile guerriero e, per quel che sappiamo, per metà Targaryen. Inoltre ha una spada (forgiata con acciaio di Valyria) in grado di distruggere ogni Estraneo che gli capiti davanti. Il problema è che Jon potrebbe essere il legittimo erede al Trono di Spade, ben più di Daenerys. Quale destino lo attende?

azor ahai
Il risveglio di Jon Snow

Il Mastino

Occhio, perché Sandor Clegane ha tutti i presupposti per essere il Principe che non ti aspetti. Ha affrontato il fumo (sfregiato al volto dal fuoco quando era piccolo) ed è rinato dopo che Brienne lo ha quasi ucciso in duello. Il resto della profezia, però, non sembrerebbe collegarlo troppo al personaggio di Azor Ahai.

azor ahai
La morte apparente di Sandor Clegane

Tyrion Lannister

Il resto della profezia dice pure che Azor Ahai catturò un leone e lo trafisse al cuore per temprare l’acciaio del suo sangue. Quando la spada si frantumò, la forgiò di nuovo infilandola nel petto della sua sposa, la cui anima si congiunse con l’acciaio dando vita alla Portatrice di Luce, la spada infuocata del Principe. Oltre ad aver assassinato suo padre (un leone), Tyrion Lannister ha pure ucciso Shae, la sua amante. In più, ha mostrato tutti i presupposti per essere un Targaryen. Di contro, però, c’è il fatto che Tyrion non è un guerriero e altri personaggi sono resuscitati letteralmente rispetto a lui.

azor ahai
Tyrion e Shae

Jaime Lannister

Stenterete a crederci, ma si tratta della teoria a cui credo di più, per uno dei personaggi che aveva iniziato la sua storia dalla parte dei cattivi. In suo favore c’è il fatto che Jaime è sopravvissuto all’annegamento nella puntata della settima stagione quando affronta il drago di Daenerys. In più, potrebbe uccidere un altro leone, come ad esempio Tyrion. Alcuni sostengono addirittura che lo abbia già fatto, dato che ha liberato suo fratello consentendogli di ammazzare Tywin Lannister.

E chi è il grande amore della sua vita che potrebbe uccidere? Verrebbe da dire Cersei, ma non possiamo nemmeno escludere Brienne. Forse la Portatrice di Luce non è propriamente una spada, bensì la mano d’oro di Jaime. Di contro, nessuna stella rossa è apparsa al momento della sua rinascita, tantomeno un drago.

azor ahai
Jaime indossa la mano d’oro

L’ultima teoria sull’identità di Azor Ahai

E se fosse Melisandre stessa a ricoprire il ruolo di Azor Ahai? Sarebbe piuttosto ironico, non trovate? Alcuni fan, invece, sostengono che nessuno interpreterà questo ruolo, anche perché Martin ci ha più volte dimostrato che non tutte le profezie sono così affidabili. Quindi forse scopriremo che non esiste un Principe o una Principessa che fu promessa, ma che “c’è solo un Dio ed il suo nome è Morte” (cit. Syrio Forel).